Verso una casa comune per uomini e macchine
Una visione olistica di Economia, Ecologia ed Intelligenza Artificiale
Verso l’Intelligenza Artificiale a Km 0

 

Data e ora:  ven 17 Novembre 2017, h. 9:00 – 10:30 CET
Località:  Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Dipartimento di Informatica, Via Edoardo Orabona, 4 – 70125 Bari
Lingua: Italiano
Tipo evento: Aperto al pubblico

Descrizione 

Quando si parla di Intelligenza Artificiale, negli ultimi tempi, la discussione verte sempre più spesso su una profetizzata disoccupazione tecnologica.

Le macchine sostituiranno gli uomini in moltissimi compiti e ciò genererà una crescente disoccupazione.

Siamo convinti che questo sia il problema?

Keynes prevedeva che i suoi nipoti avrebbero lavorato solo 15 ore la settimana e avrebbero avuto moltissimo tempo libero.

Per la prima volta dalla sua creazione, l’uomo si troverà di fronte al suo vero, costante problema: come impiegare la sua libertà dalle cure economiche più pressanti, come impiegare il tempo libero che la scienza e l’interesse composto gli avranno guadagnato, per vivere bene, piacevolmente e con saggezza. … Per ancora molte generazioni l’istinto del vecchio Adamo rimarrà così forte in noi che avremo bisogno di un qualche lavoro per essere soddisfatti. Faremo, per servire noi stessi, più cose di quante ne facciano di solito i ricchi d’oggi, e saremo fin troppo felici di avere limitati doveri, compiti, routines. Ma oltre a ciò dovremo adoperarci a far parti accurate di questo ‘pane’ affinché il poco lavoro che ancora rimane sia distribuito tra quanta più gente possibile. Turni di tre ore e settimana lavorativa di quindici ore possono tenere a bada il problema per un buon periodo di tempo. Tre ore di lavoro al giorno, infatti, sono più che sufficienti per soddisfare il vecchio Adamo che è in ciascuno di noi.

Non è così. Stiamo lavorando sempre di più. I giovani sono disoccupati, chi lavora lo fa a salari decrescenti e stress crescente.

Le diseguaglianze sociali sono in aumento.

8 persone detengono la ricchezza di metà dei paesi poveri.

L’impatto che stiamo generando sull’ambiente non è più sostenibile, non solo in termine di aumento della temperatura, ma anche diminuzione della biodiversità (stanno diminuendo gli impollinatori, come le api, che in alcune parti della Cina non ci sono più).

Quindi il problema è la tecnologia ? L’intelligenza Artificiale ci spaventa, è vero, perchè come tutte le tecnologie potenti potremmo usarla male e danneggiarci.

E’ vero anche che alcune tecnologie che stiamo usando hanno un costo non sostenibile (pensate ai bambini in Africa sfruttati nelle miniere di coltan per produrre smartphone). Pensiamo a quanti rifiuti generiamo nell’ansia di far girare l’economia. E’ una buona cosa che gli elettrodomestici si rompano, così li dobbiamo ricomprare?

Dobbiamo, prima di tutto, capire cosa vogliamo.

Se quello che desideriamo è l’incremento del PIL e del profitto questa strada che abbiamo imboccato è, almeno nel breve periodo, quella giusta. In prospettiva, entra in crisi.

Se quello che desideriamo è il benessere e la diminuzione della diseguaglianza dobbiamo ripensare pesantemente ai meccanismi economici e al nostro posto nell’ambiente.

La tecnologia, e in particolare, l’Intelligenza Artificiale può darci una mano in questo ripensamento?

Quello che stiamo creando, più che una macchina, somiglia ad una nuova specie che deve inserirsi nell’ecosistema e trovare un equilibrio di convivenza e simbiosi con l’umanità e le altre specie viventi.

L’evoluzione non è solo guidata dalla competizione, ma anche dalla collaborazione.


Registrazione:

La registrazione all’evento è gratuita ma obbligatoria.
E’ possibile confermare la propria presenza al seguente link:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-verso-una-casa-comune-per-uomini-e-macchine-34792723974


 Agenda (PROVVISORIA)

09:00: Introduzione: Pino Bruno (Tom’s Hardware Italia)
09:05: Cos’è l’Intelligenza Artificiale e perché ci interessa: Piero Poccianti (Monte dei Paschi di Siena)
09:20: Impatti economici: prof. Nicola Costantino (Politecnico di Bari)
09:40: Impatti sull’ambiente ed il territorio: prof. Dino Borri (Politecnico di Bari)
10:00: IA e Computational Sustainability: Prof.ssa Michela Milano (Università di Bologna)
10:20: Discussione aperta al pubblico
10:30: Fine lavori


Organizzazione

Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale
Piero Poccianti (Monte dei Paschi di Siena)
Francesca A. Lisi (Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”)